Richiedi Info
News

Sicurezza Informatica: proteggi i tuoi device aziendali anche in vacanza

17 luglio 2024

Ti connetti ai servizi aziendali dall’ombrellone? Non abbassare la guardia e tieni alti i livelli di sicurezza informatica per proteggere i tuoi dati!

Gli smartphone ed i dispositivi mobile sono ormai parte della nostra quotidianità ed, anche quando ci prendiamo una pausa lavorativa, sono sempre e comunque con noi.

 

Per questo motivo, è fondamentale conoscere alcuni accorgimenti per proteggere i propri dispositivi e quindi preservare le informazioni contenute, siano personali o aziendali.

 

Sicurezza informatica: la protezione dei dati oltre la sede lavorativa

 

Da qualche anno ormai molte aziende italiane hanno adottato l’approccio dell’hybrid work ed è quindi diventato un argomento diffuso quello della protezione dei dati al di fuori del perimetro aziendale.

 

Se prima le imprese si sono dotate di software antivirus, firewall e sistemi di protezione della rete esclusivamente all’interno del perimetro aziendale, oggi sono più portate a considerare strategie complete di sicurezza informatica estese oltre i confini dell’ufficio e della sede lavorativa, per aumentare la protezione dei dati aziendali mentre si lavora da casa, da remoto, in trasferta. 

Ma un antivirus non è più sufficiente, ed una distrazione o un “abbassamento della guardia” può essere fatale.

 

Come ci ricorda il Cyber Academy Director di Cyber Guru:

 

“Le vacanze ci inducono a essere più rilassati, a fare amicizia facilmente e a scambiare qualche parola in più con i vicini di lettino, ma non bisogna smettere di essere vigili. Proprio in questo periodo i criminali, consapevoli del mood disteso e della voglia di riposarci e divertirci, saranno più propenso a sfruttare la disattenzione per mettere a segno le loro truffe". 

 

Scopri alcuni pericoli che corriamo mentre siamo connessi in vacanza ed alcuni consigli utili

 

  • Attenzione alle colonnine di ricarica pubblica: il juice jacking, la tecnica che sfrutta le porte USB per estrarre dati da un dispositivo o iniettare codice malevolo, ormai diffusa da decenni, continua ad essere un pericolo per i dati, personali e aziendali. Prediligi i power bank per ricaricare il tuo smartphone!

  • Devi rispondere ad un’email di lavoro o trasferire un file sul cloud aziendale? Stai attento alle reti wi-fi pubbliche, comprese quelle di alberghi e hotel, dove le password sono utilizzate da qualsiasi turista… 
    • utilizza il tuo smartphone e proteggi l’hotspot con password sicure
    • poni un limite alle app usate ed evita, ad esempio, di accedere al banking online se non è strettamente necessario. 
    • installa gli ultimi aggiornamenti di sistema per smartphone, tablet e Pc.
    • disattiva l’accesso AirDrop del tuo iPhone, accettando gli invii solo dai contatti noti. 

  • Presta attenzione al QR Phishing, una strategia che mira a sottrarre dati sensibili, come le credenziali per gli account bancari, facendo leva proprio su quei codici che troviamo stampati su menù di ristoranti o bar o sui volantini. Come fare? 
    • Non pagare fatture o commissioni tramite QR code, ma connettiti al sito web dal browser
    • non utilizzare un’app di analisi del codice QR per scansione i codici
    • visualizza sempre l’anteprima dell’URL dopo la scansione del codice per verificare l’affidabilità del link

  • Nelle piccole imprese, quando i dipendenti vanno in ferie contestualmente al periodo di chiusura estiva, è facile pensare che si possa risolvere ogni problema spegnendo server e parti attive di rete.

    Ma come ricorda Zacchi di Cyber Guru, spegnere server e reti potrebbe offrire maggiore protezione contro gli attacchi informatici immediati, ma non è una garanzia contro i comportamenti umani:

    “se per ‘distrazione’ durante l’estate anche solo un dipendente installasse un malware su uno dei suoi device, quello potrebbe rimanere silente fino a che non si presenta la giusta occasione, come la ripartenza dei server. Sfruttare le funzionalità del mondo digitale in modo consapevole è indispensabile per tutelare le imprese, e questo è possibile grazie all’adeguata formazione in cyber security awareness dei dipendenti”.

Niente panico, solo prevenzione: cybersecurity awareness

Quelli che abbiamo riportato sono solo alcuni dei rischi che possiamo correre se non prestiamo attenzione alla sicurezza dei dati sui nostri dispositivi mobile anche mentre siamo in vacanza, ma è chiaro che ormai non è più possibile fare a meno di collegarsi da qualunque parte ed è chiaro che le possibilità di subire un attacco potrebbero essere remote, ma non impossibili.

 

Per questo, ciò che è importante fare è alzare sempre i livelli di guardia, adottando comportamenti e best practice utili a prevenire i cyber attacchi in qualunque momento.

Secondo uno studio di IBM, l’errore umano è la causa principale del 95% delle violazioni della sicurezza informatica.

 

Errore umano significa azioni non intenzionali da parte di dipendenti e collaboratori che causano, diffondono o consentono il verificarsi di una violazione della sicurezza informatica aziendale.

 

Ecco perché la consapevolezza nei confronti della sicurezza informatica è il primo passo per una buona strategia di cyber security aziendale.

 

Consapevoli dell’importanza del dato per ogni realtà, Zucchetti Informatica lavora costantemente per migliorare i propri servizi dedicati alla protezione dei dati aziendali: dal patch management, al monitoraggio remoto di server e postazioni di lavoro a più complete strategie di cyber security, garantiamo la massima resilienza delle tue infrastrutture e la miglior protezione dei dati per sostenere il tuo business in massima sicurezza.

 

Contatta senza impegno il nostro Team dedicato.

 

Utility

Richiedi info

Compila il form, un nostro operatore ti contatterà per rispondere alla tua richiesta.

Invia Richiesta

* campi obbligatori

Grazie per la tua richiesta

Ti ricontatteremo al più presto